Ambimente | zero waste
Incubatore di Buone Pratiche Ambimente è un incubatore di buone pratiche aperto a tutti formato da cittadini sensibili alle problematiche ambientali che si prefigge l'obiettivo di promuovere un cambiamento concreto.
ambiente, incubatore, buone pratiche, sostenibilità, rigenerazione, rigenerativo, sociale, culturale, associazione, treviso, veneto, italia, giovani, rifiuti zero, zero waste, urban ecosystem, ecosistema, urbano, minimalist, minimalismo, stile di vita, gruppo, organizzazione
119
archive,tag,tag-zero-waste,tag-119,tribe-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,, vertical_menu_transparency vertical_menu_transparency_on,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive

zero waste Tag

  • All
  • Ambimapp
  • Eventi
  • Notizie
  • Risorse
Come Funziona AmbiMapp?

Ambimente ha creato Ambimapp (clicca qui), uno strumento con il quale potrete trovare facilmente le attività ecosostenibili e Green friendly della nostra città! Grazie alla geolocalizzazione, questa mappa virtuale che abbiamo creato può essere aggiornata e implementata da chiunque con pochissimi click.

Si può zoommare sulla mappa per vedere ulteriori dettagli, filtrarla in base alle categorie e tipologie d’interesse inserite per visualizzare più velocemente quello che state cercando.

Nella mappa si trovano negozi e locali che vendono per esempio prodotti bio, km 0, vegano e anche i locali amici di Slow Food. In più, sono state inserite le fontanelle, casette dell’acqua, distributori di latte crudo, che contribuiscono a diminuire gli imballaggi grazie all’uso delle bottiglie riutilizzabili. I servizi di Bike Sharing e la Colonnina Elettrica per ricaricare l’auto fanno parte della mobilità sostenibile e abbiamo l’intenzione di aggiungere altre funzioni per ampliare questo aspetto.

La parte che rende AmbiMapp uno strumento potente è la sua interattività e condivisibilità: ognuno può inserire descrizioni, immagini e commenti per i punti già presenti o aggiungere nuovi punti nel caso non fossero già stati inseriti. Per garantire la correttezza della mappa, tutti i punti vengono pubblicati dopo il nostro controllo e approvazione.

Con il vostro aiuto possiamo arricchirla e renderla ancora più completa e utile per chiunque abbia deciso di ridurre la propria impronta ecologica.

Potete scrivere nei commenti i vostri suggerimenti e consigli per aiutarci a migliorare la mappa, grazie!

Spesa a Rifiuti Zero

Ambimente organizza l’attività Spesa a Rifiuti Zero per la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti.

Anche se come cittadini di Treviso siamo diventati molto bravi nella pratica della raccolta differenziata, ci manca ancora un passo per diventare anche buoni abitanti del pianeta. La parola chiave per raggiungere questo status di consapevolezza è RIFIUTI ZERO.

Per migliorare il nostro stile di vita e abituarci alle sane pratiche di riduzione e azzeramento dei rifiuti, Sabato 24 Novembre ci incontreremo in Piazzetta San Parisio alle ore 10.00 durante il mercato con borse e contenitori riutilizzabili che porteremo da casa, per fare una vera spesa senza imballaggi e a RIFIUTI ZERO.

COS’E’ “RIFIUTI ZERO?”

La strategia rifiuti zero (zero waste) è nata più di trent’anni fa da un’idea sviluppata da Paul Connett, professore di chimica ambientale alla Saint Lawrence University di Canton. L’idea nacque quando, nel 1985, al professor Connett venne chiesto aiuto da parte degli abitanti di Saint Lawrence che si stavano battendo contro la costruzione di un inceneritore. Da quel momento in poi, Connett insieme a un gruppo di ricercatori e di cittadini ha avviato le sue ricerche per sviluppare al meglio la strategia rifiuti zero. Obiettivo ultimo è quello di riuscire a riciclare il 100% dei rifiuti prodotti ed eliminare completamente dal mercato tutti quei beni che sono impossibili da riciclare.

Secondo Connett, per raggiungere l’obiettivo dei rifiuti zero i passaggi da realizzare sono i seguenti:

– riduzione dei rifiuti
– azzeramento dei rifiuti
– diffusione di una cultura improntata al riutilizzo e alla riparazione
– raccolta differenziata (separazione dei rifiuti alla fonte)
– raccolta porta a porta
– realizzazione di un impianto per il compostaggio
– realizzazione di impianti per il riciclo e il recupero di materiali
– tassazione sulla base della tipologia di rifiuti prodotti per incentivare all’utilizzo di merci riciclabili
– realizzazione di un impianto di recupero e gestione dei rifiuti
– costituzione di un centro di ricerca e progettazione per il riciclo, il riuso e la riparazione

0
Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti

Ambimente organizza l’attività Spesa a Rifiuti Zero per la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti.

Anche se come cittadini di Treviso siamo diventati molto bravi nella pratica della raccolta differenziata, ci manca ancora un passo per diventare anche buoni abitanti del pianeta. La parola chiave per raggiungere questo status di consapevolezza è RIFIUTI ZERO.

Per migliorare il nostro stile di vita e abituarci alle sane pratiche di riduzione e azzeramento dei rifiuti, Sabato 24 Novembre ci incontreremo in Piazzetta San Parisio alle ore 10.00 durante il mercato con borse e contenitori riutilizzabili che porteremo da casa, per fare una vera spesa senza imballaggi e a RIFIUTI ZERO.

COS’E’ “RIFIUTI ZERO?”

La strategia rifiuti zero (zero waste) è nata più di trent’anni fa da un’idea sviluppata da Paul Connett, professore di chimica ambientale alla Saint Lawrence University di Canton. L’idea nacque quando, nel 1985, al professor Connett venne chiesto aiuto da parte degli abitanti di Saint Lawrence che si stavano battendo contro la costruzione di un inceneritore. Da quel momento in poi, Connett insieme a un gruppo di ricercatori e di cittadini ha avviato le sue ricerche per sviluppare al meglio la strategia rifiuti zero. Obiettivo ultimo è quello di riuscire a riciclare il 100% dei rifiuti prodotti ed eliminare completamente dal mercato tutti quei beni che sono impossibili da riciclare.

Secondo Connett, per raggiungere l’obiettivo dei rifiuti zero i passaggi da realizzare sono i seguenti:

– riduzione dei rifiuti
– azzeramento dei rifiuti
– diffusione di una cultura improntata al riutilizzo e alla riparazione
– raccolta differenziata (separazione dei rifiuti alla fonte)
– raccolta porta a porta
– realizzazione di un impianto per il compostaggio
– realizzazione di impianti per il riciclo e il recupero di materiali
– tassazione sulla base della tipologia di rifiuti prodotti per incentivare all’utilizzo di merci riciclabili
– realizzazione di un impianto di recupero e gestione dei rifiuti
– costituzione di un centro di ricerca e progettazione per il riciclo, il riuso e la riparazione

Per partecipare all’evento Clicca qui